Associazione Anna

You Are Viewing

A Blog Post

14 MAGGIO 2014 – Rughe

Rughe è un progetto di attivazione culturale proposto a Empoli e nei comuni del Comprensorio.

Quello che vorremmo è che la definizione dell’identità sociale delle persone anziane, autosufficienti e non, fosse generata da una riflessione consapevole e partecipata, condivisa.

Per le sue caratteristiche, si tratta di un progetto in progress e senza una definitiva conclusione.

 

Il percorso finora ha previsto un’indagine sulla percezione sociale degli anziani e dell’invecchiamento, condotto in collaborazione con il Liceo delle Scienze Umane il Pontormo di Empoli. Dopo alcuni incontri nelle classi, condotti da animatori dell’associazione Anna, operatori geriatrici e studenti hanno girato la città raccogliendo le risposte dei cittadini a cinque domande:

A quale età si diventa vecchi?

Tre aggettivi di una persona anziana?

Qual è il segreto per invecchiare felici?

Cosa dovrebbe fare la società per gli anziani?

Se dico rughe cosa ti viene in mente?

I contributi sono stati raccolti in un breve cortometraggio (link) presentato al cinema La Perla a conclusione di una serata completamente dedicata alla riflessione sull’invecchiamento, alla non autosufficienza, alla realtà che sul territorio si occupano di anziani fragili. Parte centrale della serata è stata la visione del film di animazione Arrugas tratto dall’omonimo fumetto di Paulo Roca.

 

Una seconda tappa del progetto si è svolta durante la campagna per le elezioni amministrative 2014: i cinque candidati a sindaco per il Comune di Empoli hanno discusso il proprio programma elettorale in relazione alle politiche sociali per gli anziani del territorio durante un dibattito, dal titolo Rughe-visioni, politiche e strategie per gli anziani della città al quale sono stati invitati tutti i cittadini e soprattutto le associazioni e le imprese del terzo settore che si occupano di anziani.

L’auspicio era infatti proprio quello di costruire un ponte tra cittadini, associazioni, professionisti e amministrazione, col fine di avvicinare la politica alla vita e alla realtà di ciascuno in un’ottica di partecipazione, per una maggiore efficienza e sostenibilità.

La proposta nasceva dal desiderio di riflettere collettivamente sui bisogni della popolazione anziana e sulle opportunità di risposta che la politica può e deve offrire, sui bisogni reali, sui servizi esistenti, sulle funzionalità e le disfunzionalità di ciascuno; sulle visioni e le strategie di ciascun candidato al governo della città.

La discussione si è articolata intorno a tre tematiche principali: il rapporto tra politica e qualità della vita, la gestione delle politiche sociali come Comune capoluogo e/o come Unione dei Comuni, la non autosufficienza e l’assistenza agli anziani fragili.

 

STORIA DEL MESE