Associazione Anna

You Are Viewing

A Blog Post

15 febbraio-15 marzo OPERE APERTE, i ricordi degli altri

Museo MuMaT, Vernio (Po)

OPERE APERTE, I ricordi degli altri
Mostra di Raffaele Di Vaia
Un progetto a cura dell’associazione Momo e dell’associazione Anna

dal 15 febbraio al 15 marzo 2015
Inaugurazione sabato 14 febbraio 2015

Presentazione del progetto:

Opere aperte intende ‘aprire’ gli oggetti conservati nel Museo delle Macchine Tessili di Vernio (Prato) collegandoli alla memoria del territorio, all’esperienza delle persone e a progetti di arte contemporanea legati alle tematiche del ricordo, del tessile, del lavoro, coinvolgendo ogni anno un artista diverso.

Il progetto Opere aperte, I ricordi degli altri – 2014 si è realizzato in cinque incontri rivolti agli ospiti che risiedono nelle strutture per anziani di Sasseta e San Quirico di Vernio. Il percorso è stato concepito come un racconto collettivo che raccoglie le voci degli anziani attraverso la suggestione e l’emozione suscitata dai macchinari tessili conservati nel museo.

Il progetto ha visto la partecipazione di due educatrici museali (Irene Balzani e Lisa Colombi, Associazione Momo, referenti attività educative MuMaT), un animatore geriatrico specializzato (Luca Carli Ballola, Associazione Anna) e dell’artista Raffaele Di Vaia.

Il punto di partenza è l’incontro tra il Museo MuMaT con i suoi macchinari e il lavoro di Raffaele Di Vaia, artista legato al concetto di memoria, attualmente impegnato in un progetto dal titolo Gli altri, un’indagine all’interno delle proprie foto di famiglia alla ricerca di quegli individui che più o meno involontariamente sono rimasti coinvolti in una memoria a loro estranea.

Per Opere Aperte Raffaele di Vaia ha condiviso le proprie fotografie di famiglia con gli anziani così che esse sono diventate, come le macchine del museo, strumenti di evocazione della memoria. Le idee e i ricordi (veri o immaginati) dei partecipanti emersi durante gli incontri grazie all’osservazione dei macchinari e delle vecchie foto, sono diventati gli ingredienti del suo intervento artistico nelle sale del museo. L’artista, presente a tutti gli appuntamenti, ha documentato l’andamento delle attività attraverso fotografie e riprese video e ha poi rielaborato il materiale documentario in alcune sue opere.

La mostra che inaugura il 14 febbraio è quindi il risultato del dialogo con le voci degli anziani coinvolti. Le opere, installate negli spazi del ex lanificio Meucci, saranno visibili fino al 15 marzo negli orari di apertura del museo.

La mostra diventerà infine oggetto di un percorso didattico nella scuola in cui la tematica della memoria storica collettiva e individuale si intreccia con il presente: che cos’è stato il territorio in passato e che cosa invece diventerà in futuro, i loro sogni e le loro aspettative. Il coinvolgimento diretto dei ragazzi può sensibilizzare le nuove generazioni al concetto di storia intesa come una pluralità dei piani e di scambio generazionale, ma anche all’arte contemporanea.

Progettazione e realizzazione:
Irene Balzani, Lisa Colombi (Associazione Momo, attività educative Museo Mumat)
Luca Carli Ballola (Associazione Anna, animatore geriatrico specializzato)
Raffaele Di Vaia (artista)

Strutture coinvolte:
Case Accoglienza Anziani Misericordia di Vernio (Residenze di Sasseta e San Quirico)

Museo MuMaT
Il MuMaT è un museo che illustra la storia della Val di Bisenzio e il suo passato industriale tessile:
all’interno degli spazi nell’antico mulino e poi fabbrica Meucci, suggestivo esempio di archeologia industriale, si trova una collezione costituita da preziosi strumenti e macchine tessili che vanno dalla fine dell’Ottocento alla metà del Novecento come filande, cardature, telai e l’antica turbina della fabbrica. Il museo raccoglie, attraverso la conservazione dei macchinari tessili, la memoria storica del territorio e ne esemplifica la ricchezza. L’allestimento, con apparati interpretativi e interattivi è studiato per accogliere il pubblico e renderlo partecipe dell’esperienza.

ORARI DI APERTURA del Museo
martedì-giovedì-sabato
9.00/13.00 – 15.00/18.00
ingresso gratuito

www.museomumat.it

05.Locandina_A3

STORIA DEL MESE